Intervista a Priscilla Caramel

Foto di Alessandro Steffan – Reflexbook

Intervista a Priscilla Caramel.

La ricetta della nonna, quella per cucinare torte infallibili, è un must che si tramanda di generazione in generazione.

Non per Priscilla Caramel, veneta di 36 anni, che al posto della passione per i dolci dalla sua antenata ha ereditato quella per lo sport.

La nonna materna era una maratoneta e il suo armadietto era pieno di trofei che hanno convinto la nipotina a praticarlo sin da bambina.

“Ho iniziato con il nuoto a 5 anni – racconta Priscilla – e l’ho portato avanti fino alle medie. Alle superiori ho praticato snowboard a livello agonistico e per tre anni ho fatto videodance. A 17 mi sono iscritta in palestra dove ho provato quasi tutti i corsi di fitness musicali e la sala pesi. Mi affascinavano già le immagini appese in sala pesi di atlete donne di bodybuilding ed ero già molto interessata all’alimentazione tanto da applicare i consigli che mi venivano dati”.

Priscilla, veneta di Castelfranco ma che ha sempre vissuto a Rossano Veneto, può ringraziare la sua famiglia: “Sono nata e cresciuta in un contesto molto aperto, dove non c’erano etichette di genere e di età. Questo mi ha permesso di essere libera di fare ciò che desideravo e che sentivo mi appartenesse in toto”.

La passione per il fitness arriva più avanti. “Ci ho messo un po’ a scoprirlo, probabilmente perché qui in Italia il bodybuilding è uno sport di nicchia, e il fitness, fino a qualche anno fa, era visto come una perdita di tempo. Ora c’è molta più cultura in termini di alimentazione e di quanto sia importante muoversi per il benessere”.

Foto di Alessandro Steffan – Reflexbook

In realtà la sala pesi è sempre stata una costante. “Mi piaceva provare cose nuove, tanto che mi sono approcciata alla pole dance, che ho praticato per tre anni fino a quando non mi è capitato di assistere a una gara di bodybuilding dal vivo. Lì è scattata la scintilla, ho deciso di cominciare a prepararmi e di gareggiare l’anno seguente. A quel punto mi sono fatta seguire da un preparatore e dal 2015 è iniziata la mia avventura nel mondo del fitness e del benessere”.

Lo stesso anno Priscilla si iscrive al corso di Nutritional Sport Consultant e inizia a lavorare nelle palestre come istruttrice di sala pesi. Nel 2016, a 31 anni, si piazza seconda agli italiani Ainbb (Associazione Italiana Natural Body Building) nella categoria Bikini. Successivamente arrivano gare in diverse federazioni fino alla Ifbb Pro League dove la veneta partecipa come Bikini Wellness arrivando terza alla prima gara internazionale.

“Ho continuato a gareggiare negli anni – continua Priscilla – testando differenti approcci allenanti e dietetici con diversi preparatori in modo da provare più protocolli possibili. Ho continuato a formarmi nel settore sotto la guida dei migliori (Massimo Spattini, Filippo Ongaro, Marilù Mengoni, Luca Speciani, Pierluigi Gargiulo, Marco Neri). Nel 2020 ho deciso anche di aggiungere alle mie competenze anche quelle di coaching con Debora Conti con l’obiettivo di essere ancora più di supporto a chi si affida a me per raggiungere i suoi obiettivi”.

Foto di Alessandro Steffan – Reflexbook

Priscilla è iscritta al secondo anno di Scienze Motorie dopo che il precedente percorso di studi ha riguardato tutt’altro (Mediazione Linguistica e Culturale). Essere donna in un settore prettamente maschile non la spaventa.

“Credo che sia un valore aggiunto. Le donne hanno molto spesso più piacere ad affidarsi ad un’altra donna e non a caso la mia clientela è per l’80% femminile. Il bodybuilding un tempo era un settore più ad appannaggio maschile, ora le cose sono cambiate, soprattutto grazie alle categorie estetiche (una volta chiamate “soft”) alle quali ho preso parte anch’io”.

Ma cosa si deve fare per eccellere?

Priscilla non ha dubbi: “Occorre avere una visione a tunnel, tutta la tua vita deve ruotare attorno al tuo obiettivo. Deve essere la tua priorità. Bisogna dare più del 100% ogni giorno e imparare ad essere una macchina con dieta e allenamento. Io considero il bodybuilding uno sport estremo che ti sfida molto più mentalmente che fisicamente. Durante la preparazione mi alleno cinque volte a settimana e gli alimenti sono sempre i soliti (riso, avena, carni magre, pesce, uova/albume, verdura). Distante dalle gare mi alleno quattro volte a settimana (se non devo aumentare la massa muscolare) e l’alimentazione è più varia. Inserisco 2/3 frutti al giorno, legumi, riduco il consumo di carne (se non addirittura la elimino) e mi tolgo qualche sfizio nel fine settimana”.

Foto di Alessandro Steffan – Reflexbook

Come promuovi la tua immagine?

“Ho iniziato ad usare i social per lavoro da pochissimo, per mancanza di conoscenze e per il poco tempo a disposizione. Attualmente voglio crescere nel mio business, aiutare più quante persone possibili a migliorare il loro stile di vita (anche grazie al mio esempio) e continuare a formarmi. Lascerò le gare in stand by per un po’, ma non escluso che sia una scelta definitiva: dopo 7 anni sento il bisogno di dare priorità ad altro e dopo l’ultima gara a fine settembre ho realizzato che salire sul palco non mi emozionava più tanto come prima. Ammetto di essermi sentita abbastanza in crisi, ma questo mi ha aiutato a capire qual è la mia vera passione: allenarmi e alimentarmi con equilibrio e aiutare gli altri, dal vivo come ho sempre fatto in questi anni ma anche online per raggiungere da remoto più persone possibile”.


Priscilla Caramel la trovi su:


© di Excellent Style. Tutti i diritti riservati.

Ti è piaciuto? Se vuoi abbonarti scegli il formato che preferisci!


Usa il codice esclusivo EXCELLENTMYP per avere il 33% di sconto su tutti i prodotti MyProtein ad esclusione di abbigliamento, campioni, accessori e nuovi lanci!

Ordina ora! Clicca qui


Scrivici su Whatsapp:


Seguici sui nostri social:


Iscrivi alla nostra newsletter:

POST REPLY

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apri la chat
Contattaci
Ciao!
Hai bisogno di aiuto?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: