11 Anni di Natural Bodybuilding NBFI

Campionato NBFI
Foto per gentile concessione della A.s.d. NBFI

5/6 OTTOBRE: UN WEEK END GRANDIOSO!

11º CAMPIONATO NAZIONALE NBFI e 1° NATURAL ELITE TOUR INTERNATIONAL CHAMPIONSHIPS NBFI INBA

Un meraviglioso week end di atleti, sport e passione.

Del Dott. Marco Ceriani.

Ben 125 atleti, provenienti da ogni parte di Italia si sono dati appuntamento a Figline e Incisa Valdarno (Firenze) per disputarsi i prestigiosi titoli messi in palio all’11º Campionato Nazionale NBFI: Best Poser, Assoluto di Body Building, Assoluto Figure, Assoluto Men’s Physique, Assoluto Classic Physique e Assoluto Bikini.

Sabato 5 ottobre, giorno della gara nazionale, è iniziato prestissimo per tutti. Staff NBFI, Giudici, Atleti e Coach si sono trovati quasi all’alba (ore 7:30) per il pre gara che, con inizio puntuale alle ore 9, ha visto gli atleti suddividersi in ben 21 categorie (record assoluto per la NBFI)!

Campionato Nazionale NBFI
Foto per gentile concessione della A.s.d. NBFI

Appena il tempo di terminare il pre gara, che alle ore 14:30 si è alzato ufficialmente il sipario e gli atleti hanno gremito sfilando il palco di gara. Dopo il tradizionale inno nazionale, sul palco è apparsa la prima novità di questa edizione: Sul palco, come tradizione dei Festival di successo, ben due presentatori. Oltre al mio alter ego “Gran Ceriani” con tanto di cappello a cilindro, a fare gli onori di casa è stata la bellissima (e giovanissima) Klaudija Kirkilaité, che ha dimostrato una presenza scenica e naturalezza da vera rock star (Klaudija è sia cantante che autrice musicale).

Guarda il video dell’ingresso atleti su IGTV di NBFI: https://www.instagram.com/tv/B3SSwTzFiRC/

Subito dopo il doveroso saluto-ringraziamento agli sponsor (che permettono la realizzazione di uno spettacolo sempre più grande bello e…costoso) è arrivato il momento solenne della presentazione dello staff dei giudici, un applauso spontaneo e unanime ha sottolineato la loro grande esperienza e professionalità che costituisce quasi un unicum nel panorama nazionale (per altre realtà basta un solo week end per raggiungere lo status di giudice…). E dunque impossibile non citare uno per uno questi operosi e saggi co-protagonisti  della gara: Sandro Ciccarelli (Presidente NBFI), Sauro Ciccarelli (Vice-Presidente NBFI), Augusto Priami (Capo Giuria di grandissima esperienza), Andrea Bonciani (Direttore Tecnico NBFI) e ultimo, ma non certo ultimo per competenza Davide Donati (Atleta Professionista PNBA e Best Poser).

La gara ha inizio alle ore 15:15 per terminare alle ore 22:00. Sette ore di pura adrenalina che sono sembrate a tutti durare solo pochi attimi di magia e grande bellezza sportiva.

BACK STAGE

Essere sul palco di questo grande evento mi ha permesso di vivere in prima persona la vita del retropalco assistendo a tutti i fatti e retroscena che, ovviamente non possono essere notati dall’interno del teatro.

La prima cosa che salta all’occhio (e i miei sono molto allenati agli eventi sportivi di diverso genere, come ciclismo, boxe, MMA, sport da tatami…) è il grande gioco di squadra del Team NBFI.

Si tratta di una decina di persone allenate e sincronizzate nel gestire gli atleti prima che salgano sul palco. Può sembrare semplice ma trovare, verificare numeri e identità, allineare e far salire sul palco 125 atleti in modo preciso e coordinato e soprattutto nei tempi predeterminati (per non parlare della gestione anche di chi deve salire sul palco per premiare gli atleti e sembra avere il dono di sparire nel momento fatidico di dover salire sul palco…), ma non lo è affatto! A questi ragazzi che, grazie ai 10 anni di vita di questo Campionato Nazionale, hanno affinato gli ingranaggi del loro lavoro quasi fossero ingegneri e meccanici di Formula 1,  deve essere tributato un grande applauso e ringraziamento da parte di tutta la NBFI family!

Un discorso a parte lo meritano anche gli atleti. Nonostante la tensione e, per molti, l’emozione di calcare per la prima volta, un palco di grande importanza, tutti, e sottolineo proprio tutti, hanno dimostrato grande sportività e affiatamento, consigliandosi e incoraggiandosi a vicenda sia nel pose down che nelle routine musicali. Nel dopo gara, a premiazione avvenuta, sono stati davvero in tanti a complimentarsi e abbracciarsi: atteggiamenti che premiano loro e questa famiglia NBFI, prima che questo  bellissimo sport sempre più in crescita e all’attenzione di atleti e pubblico, grazie anche alla perfetta organizzazione dei Grand Prix di selezione Nord e Sud Italia.

GIUDICI, VERDETTI E…

Come co-fondatore della NBFI (correva l’anno 2008) ho il privilegio della conoscenza di tutti i giudici e l’onore di essere amico di molti di loro. Posso quindi tranquillamente affermare che nessuno e sottolineo nessuno di loro ha interessi personali o particolari per privilegiare questo o quell’atleta. Il nostro sport è basato  su discipline tecniche con metodiche di giudizio, per forza di cose personali e come tali soggettive. Non esistono sistemi di rilevazione, scanner o altro. Solo la sapienza ed esperienza di chi giudica (e si confronta con altri di pari grande valore) porta a giudizi talora differenti che vengono armonizzati con il criterio della maggioranza della decisione. Esistono dunque quasi sempre differenze di giudizio ma non di metodo. 

Come ho già avuto modo di affermare a proposito della difficoltà di decidere e valutare gli accadimenti nello sport, nel calcio non basta l’utilizzo della VAR (Video Assistant Referee, sistema di telecamere con video a 360º e fermo immagine), negli sport da ring non basta un arbitro e tre giudici (ho visto personalmente coach contestare l’arbitro reo di aver fermato il loro atleta che, secondo loro, avrebbe invece potuto continuare e vincere  l’incontro (nonostante traumi cranici, ferite all’arcata sopraccigliare poi risolti con 22 punti…).

Nessuna meraviglia dunque se in questo bellissimo sport basato esclusivamente su valutazioni esclusivamente tecniche vi sia ogni tanto, ma in ogni gara, qualche dissenso o critica.

La NBFI si è sempre distinta per far tesoro di queste “note tecniche di lavoro”, che le hanno consentito di crescere e raggiungere livelli di giudizio tecnico sempre più elevati e sempre meno discutibili.

Nota: ovviamente “ le note tecniche” sono accolte e valutate con attenzione, a patto che siano presentate dai coach o dagli atleti  ai giudici nel modo opportuno e senso civile. Urla, improperi o persino insulti e minacce, concorrono solamente ad allontanare la nostra disciplina dallo status di evento di promozione sportiva.

Ritengo utile far conoscere in questo mio scritto, il bellissimo manuale NBFI (purtroppo semi sconosciuto alla maggior parte di atleti e coach) “Natural Bodybuilding & Fitness Contest Book”, dove vengono presentate e approfondite le tre tematiche basilari di giudizio: “basi di valutazione”, “aspetti della valutazione” e le “modalità di valutazione” che comprende la simmetria corporea, la muscolosità, la condizione e le pose obbligatorie.

Nel manuale viene anche ribadita l’importanza del pre gara che oltre a dar modo ai giudici di iniziare una valutazione degli atleti consente anche agli atleti di apportare piccole (o grandi) modifiche per mantenere coerente la loro condizione fisica con il livello di preparazione raggiunta.

Nessuna improvvisazione da parte dei giudici quindi, ma semmai solo una grande e attenta applicazione del regolamento NBFI.

Chiarito l’aspetto di giudizio e valutazione, non ho alcun dubbio che anche nelle prossime gare di qualificazione e anche nelle future edizioni del Campionato Nazionale (a proposito nel 2020 sarà la dodicesima…) non mancheranno nuove “note tecniche” da parte di atleti e coach. Del resto in quasi quarant’anni di lavoro nello sport (ehi parlo anche di quando facevo l’atleta e poi da tecnico, non sono così vecchio! 😉 non mi è mai capitato di assistere ad un atleta vincente che contestava la giuria e rifiutava il premio a favore di qualcun altro!

Non è mia abitudine citare gli atleti (per ovvi motivi di imparzialità), ma a livello personale in questa 11º edizione dei Campionati Nazionali avrei attribuito anche un’altro premio al già pluripremiato Vincenzo “Blade” Nappo. Il premio dell’umiltà e correttezza verso i valori del nostro sport. Vincenzo infatti dietro il grande tendone rosso del palco, mentre aspettava di entrare in gara mi ha detto “Non importa anche se anche oggi non vinco, continuerò comunque ad allenarmi e migliorarmi, amo troppo questo sport”, poi è entrato in gara e sul palco ha vinto TUTTO…!

Vincenzo alla fine è risultato più forte dei suoi (pochi) punti deboli e grazie anche ai giudizi critici espressi dai giudici NBFI è migliorato sempre, continuamente e tanto e oggi Vincenzo è il CAMPIONE!

1° NATURAL ELITE TOUR INTERNATIONAL CHAMPIONSHIPS NBFI INBA

Natural Elite Tour
Foto per gentile concessione della A.s.d. NBFI

Inizio subito con un gustoso dietro le quinte. Questo grande evento Internazionale organizzato alla domenica mattina (inizio ore 11:30) ha avuto la forza, e la sfacciataggine, di annullare il consueto Party NBFI del sabato sera! Nessuno degli atleti vincitori di categoria (per l’esattezza solo i primi tre) ha infatti voluto rinunciare alla grande opportunità di qualificarsi al Natural Elite Tour International Champhionships NBFI INBA, quindi a malincuore tutti noi abbiamo detto addio all’11º Torta del Campionato Nazionale NBFI!

Backstage (con disdetta della torta da parte del Presidentissimo Ciccarelli in persona) a parte, la domenica mattina ha visto un inesauribile Vice-Mega Presidente Sauro Ciccarelli sveglio all’alba per scaricare le iscrizioni on line di tutti i 35 atleti che si sono fronteggiati nelle 6 discipline di gara previste: Men’s Bodybuilding, Women’s Figure, Men’s Physique, Classic Physique, Bikini e la nuovissima categoria delle Sport Model.

Un’International quasi mondiale vista la presenza sul palco di atleti provenienti non solo dall’Europa ma anche da Brasile, Cina e Nord America. Si è trattato di gare serrate e di altissimo livello tecnico e scenico (potete leggere la descrizione tecnica degli atleti nell’articolo pubblicato su NBFI NEWS 2020, a cura di Augusto Priami, Capo Giuria NBFI) , dove tutti erano alla pari con tutti e solo la grande esperienza dello staff dei giudici NBFI ha saputo mettere in ordine di merito gli atleti.

Natural elite tour international
Foto per gentile concessione della A.s.d. NBFI

Una nota a parte sulla nuova categoria delle Sport Model.

Tutte le sei atlete in gara (Simona Ivan, Andrea Alicia Maras, Dana Sadecka e Daniela Silano) hanno interpretato al loro meglio la gara che nei criteri di valutazione pubblicati sul sito ufficiale della NBFI (www.nbfi.it) privilegiavano “l’atleticità, la proporzione, simmetria e carisma durante la presentazione sul palco e bellezza generale”.

La vittoria nella categoria Sport Model è andata alla carismatica atleta USA Andrea Alicia Maras, che si è aggiudicata il premio anche grazie all’esperienza e conoscenza di questa nuova categoria novità assoluta per il nostro paese. La competizione Sport Model ha forse colto di sorpresa atlete di classe certa come Simona Ivan e Daniela Silano che certamente sapranno rifarsi il prossimo anno.

Attribuisco una nota di merito personale e particolare a Dana Sadecka che merita un plauso per aver voluto onorare il palco NBFI nonostante una preparazione (e alimentazione) non ottimale a causa di problematiche lavorative sotto gara.

Dana come molti altri è diventata nel tempo una bandiera della NBFI che copre di azzurro ma anche di verde, bianco e rosso gli atleti che si contraddistinguono per eleganza, bellezza e sportività. Per avere un buon corpo ci vuole un’ottima testa!

Cappellaio, perché un corvo assomiglia ad una scrivania?

Non ne ho la più pallida idea.

(cit. Il Cappellaio Matto in Alice in Wonderland)

Buon viaggio a vederci nel 2020!

Marco Ceriani

#GranCeriani

#DrCeriani

Chi è il Dott. Marco Ceriani?

È uno scienziato del cibo (laureato in Scienze delle Preparazioni Alimentari), ha fondato food start up innovative, incubate in parchi scientifici europei (PTPScience Park di Lodi, Italia e Kadans Business Park di Wageningen, Olanda), oltre ad aver fondato un’azienda di sport supplements con la quale ha collaborato con atleti PRO (Marco Pantani, Claudio Chiappucci, Paola Pezzo).

È autore di libri su dieta e integrazione (Bella Forza Advanced, Fight Diet, Il Potere delle Spezie, La Dieta Metabolica Italiana, I Diari della Borraccia, Guida agli integratori per lo Sport,…). Speaker di successo (Expo Milano 2015, Università italiane ed estere), è noto per le sue consulenze ad atleti PRO e Federazioni Sportive in molteplici ambiti sportivi (sci, ciclismo, corsa e sport da combattimento).

Nel 2008 è stato co-fondatore della Natural BodyBuilding & Fitness Italy (NBFI), dove riveste attualmente il ruolo di Consigliere.

Ex atleta, cintura nera di nick-boxing, verde di Judo e allenatore di Muay thai, disciplina dove è stato anche arbitro internazionale e è stato Presidente Muay Thai (FIKBMS).

E’ giornalista iscritto all’albo e dal 2018 ricopre il ruolo di Direttore Responsabile della rivista fitness Excellent Style.

Lo trovi su:

Facebook: https://www.facebook.com/marco.ceriani.1447

Instagram: https://www.instagram.com/drceriani

Nota dell’editore Sauro Ciccarelli: Ringraziamo la A.s.d. Natural Bodybuilding & Fitness Italia per averci concesso di pubblicare questo bellissimo articolo con le foto, che è fonte di ispirazione per tanti aspiranti atleti e appassionati del settore, perché come ho sempre sostenuto: “La passione trasmette passione”

Per info e approfondimenti: www.nbfi.it

Dal 2008 – Natural Bodybuilding è uno stile di vita!

Se ti è piaciuto ciò che hai letto, dai un’occhiata alla nostra rivista e scopri di più: Chi siamo

POST REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.