HMB: una vecchia conoscenza rivisitata

HMB: una vecchia conoscenza rivisitata

Del Dott. Dwayne N. Jackson

 

È possibile ridurre il grasso corporeo conservando al contempo la massa muscolare? Utilizzando l’integrazione giusta è possibile. Il digiuno intermittente è una delle tendenze alimentari oggi più popolari per la riduzione del grasso corporeo.

Generalmente prevede di passare 12-20 ore senza assumere calorie di nessun tipo. Milioni di persone hanno beneficiato della perdita di peso rapida associata al digiuno intermittente, però quando si riduce l’alimentazione, specialmente rinunciando a proteine o amminoacidi per ore, si corre il rischio di far aumentare il cortisolo (un ormone catabolico) portando il corpo in catabolismo, cosa che potenzialmente mette in pericolo i vostri progressi duramente guadagnati.

Tuttavia, un prodotto molto noto potrebbe davvero aiutarvi a evitare la perdita muscolare deleteria. Uno studio recente pubblicato sul British Journal of Nutrition suggerisce che il beta-idrossi-beta-metilbutirato – noto comunemente come acido libero HMB (HMB-FA) – può essere l’integratore ideale per chi pratica il digiuno intermittente.

L’HMB, presente in alimenti come avocado, alfalfa, pesce gatto e agrumi, è un metabolita anabolico attivo dell’amminoacido ramificato essenziale leucina, presente in tutte le cellule muscolari umane. Nello studio suddetto i ricercatori della Texas Tech University hanno valutato gli effetti dell’integrazione con HMB-FA sul catabolismo (disgregazione muscolare), sul rilascio di cortisolo, sul testosterone e sul dispendio energetico a riposo nel corso di un periodo di digiuno acuto.

Undici donne e uomini sani hanno preso parte all’esperimento a doppio cieco con controllo placebo, durante il quale hanno ricevuto un integratore di HMB-FA oppure un placebo nell’ambito di una dieta di tre giorni senza carne, seguita da 24 ore di digiuno.

Cosa interessante, i marcatori del catabolismo non erano influenzati dal digiuno acuto, perciò non è stato osservato alcun impatto dell’HMB sulla disgregazione muscolare.
Invece, l’integrazione con HMB ha ridotto di ben il 32% la risposta del cortisolo al digiuno, mentre il gruppo placebo non ha sperimentato effetti evidenti. Negli uomini il rapporto testosterone-cortisolo è aumentato del 162% nel corso di 24 ore di digiuno con HMB-FA, soprattutto grazie alla riduzione del cortisolo.

CONSIGLIO PRATICO: Se state usando il digiuno intermittente come strategia alimentare o se volete semplicemente tenere sotto controllo i livelli di cortisolo, sembra che l’HMB-FA possa fornire qualche aiuto aggiuntivo.

Secondo la ricerca, la dose giornaliera migliore di HMB è 38 mg per chilogrammo di massa corporea, suddivisi in tre dosi uguali. Assumete una dose 30-60 minuti prima dell’allenamento, un’altra subito dopo l’allenamento e un’altra insieme a un pasto.

Nei giorni di riposo assumete le tre dosi a colazione, pranzo e cena. Sperimenterete gli effetti maggiori dell’HMB dopo due settimane di integrazione; l’assunzione continuata nel tempo è considerata sicura.

 

Articolo tratto da Excellent Style n.2 – Gennaio 2019.  © di Excellent Style. Tutti i diritti riservati.

Ti è piaciuto? Se vuoi abbonarti: Clicca qui

POST REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.